PROGETTARE UNA PIZZERIA, STILE E BUROCRAZIA. 

Gen 15, 2024

Semplice o farcita, al taglio o classica rotonda, bianca o rossa.. la pizza è senza dubbio la regina delle tavole italiane! Ma come si progetta una buona pizzeria? Come vanno divisi gli spazi e quali normative vanno rispettate? Vediamo insieme!

progettare una pizzeria

PROGETTARE UNA PIZZERIA IN POCHI STEP:

– scelta del locale;

– l’arredamento;

– il menù;

– personale;

– la pubblicità.

Scegliere il locale giusto alle nostre esigenze non è sempre facile: d’altro canto è lì che focalizzerai la maggior parte della tua giornata ed è sempre in esso che riporrai tutti i tuoi sacrifici e desideri.

La scelta design è sì complicata ma le cose davvero importanti da sapere sono ben poche:

1) Scegliere un locale di grandezza adeguata alla tipologia di servizio offerto: ad esempio, una pizzeria-ristorante con servizio al tavolo deve prevedere un locale di minimo 60/100mq, al fine di inserire un certo numero di coperti.

Invece se ti dedichi alla pizza d’asporto e a quella a taglio senza consumazione sul posto, puoi optare anche per uno spazio più ristretto, sui 30/50 mq.

2) Scegliere con cura la collocazione dell’immobile: infatti, devi valutare se sono presenti competitor e la zona della città in cui aprirlo: residenziale, commerciale o turistica.

Come arredare il locale?

Arredare il locale in modo efficiente e accattivante: tale da indurre i clienti ad una serena consumazione, immersi in una bellissima scenografia di luci, colori, tavoli, sedie e musica di sottofondo! A tal proposito i tavoli devono essere posizionati in modo tale da favorire il comfort dell’ospite, senza tralasciare la funzionalità per gli operatori di sala.

La reception deve essere collocata in un’area strategica all’ingresso della sala, mentre la cassa può essere collocata insieme alla reception o all’uscita della pizzeria.

I colori delle pareti che devono ricordare gli ingredienti base della pizza ( il rosso, simbolo del pomodoro, il bianco, come la farina e l’oro, a ricordare l’olio, così come il verde, che ricorda il basilico e le spezie ) ed essere in sintonia con gli arredi.

Per arredamento intendiamo inoltre anche un’adeguata attrezzatura specifica: forni, frigoriferi. Da questo punto di vista svolge un ruolo fondamentale la gestione degli spazi: dalla dispensa delle materie prime, alla conservazione degli alimenti, alla loro lavorazione in laboratorio fino alla cottura e servizio.

Anche bagni e spogliatoi per il personale devono essere ben collocati. Essi devono trovarsi in aree riservate anche per favorire l’igiene e la sicurezza. Inoltre, i bagni per i clienti devono essere posizionati in un’area idonea per favorire il comfort degli ospiti e allo stesso tempo la comodità del personale di sala.

progettare una pizzeria

Menù della pizzeria

Un’attenzione particolare è richiesta per il menù della tua pizzeria, soprattutto se decidi di specializzarti solo in una pietanza. Un Menù è un testo come tanti altri, quindi, deve essere interessante e coinvolgente per attirare il lettore. Proprio per questo motivo devi prestare molta attenzione ai contenuti e scriverlo utilizzando uno stile semplice ma non troppo scontato.

Il menù perfetto deve quindi essere unico e originale con nomi e descrizioni che parlino della tua identità e della tua Pizzeria. In alcune pizzerie, all’interno del menù, troverai i prezzi disposti in colonna. Tuttavia, in questo modo rischierai di orientare la scelta del cliente solo in base al prezzo e non alla qualità.

Una soluzione potrebbe essere quella di inserire il prezzo al termine della descrizione del piatto, così da rendere più difficile per il cliente scegliere solo in base al costo.

Dovrai assumere un pizzaiolo e un aiutante per infornare le pizze, oltre a disporre di personale per il servizio ai tavoli e la consegna al bancone delle pizze.

Ultimo ma non per ultimo sarà importante impostare una buona strategia di marketing e brand position al fine di far conoscere il tuo servizio a quanti più clienti in target!

progettare una pizzeria

MA QUALI SONO GLI ARREDAMENTI PIZZERIA PIÙ IN VOGA?

– Arredamento pizzeria country

Perfetto per chi ama lo stile rustico ma elegante, con mobili di legno grezzo e con i colori della stagione che si affaccia all’autunno. Questo stile ha il suo culmine in elementi vintage rivisitati e arredamenti costruiti su misura per esaltare lo stile country.

Quello che l’arredamento country chic richiama è la natura dentro il locale, creando un ambiente accogliente e dai colori neutri e le luci calde. Il tocco di classe? Esaltare le venature del legno e replicare le imperfezioni di un mobile antico, che richiami alla mente un pizzico di nostalgia.

– Arredamento pizzeria moderno

Il design moderno è caratterizzato da eleganza e funzionalità degli spazi. L’aspetto moderno predilige colori dai toni decisi, bianco o nero, ma anche l’opaco per i banconi e luci fredde.

Le linee giocano a intersecarsi negli sgabelli e nelle decorazioni, mentre il modernismo estremo si può ritrovare nella funzionalità degli arredamenti che possono essere pensati per muoversi in base alle esigenze. Per completare lo stile moderno, bastano dei divanetti e dei pouf particolari, e prediligere la qualità piuttosto che la quantità.

– Arredamento pizzeria stile anni ’20

Entrare in pizzeria e sentirsi subito catapultati in un’altra epoca, quella dei ruggenti anni ’20, è un’esperienza unica nel suo genere. Lo stile anni ’20 ricorda quello del Grande Gatsby, dei cocktail, del ballo, dell’eleganza e del saper fare festa insieme e con stile.

Uno stile dal sapore intramontabile in cui i dettagli fanno la differenza: rifiniture in oro e linee sinuose, vivaci, elementi decorativi ispirati a piume e diamanti. Legno scuro e decorato art nouveau completa il design interno della pizzeria ristorante insieme a sedie robuste, poltrone comode in sala d’attesa e consolle con vasi ricercati.

– Arredamento per pizzeria su misura:

Per esprimere un carattere e una personalità inimitabile, è possibile scegliere l’arredamento per pizzeria su misura affidandosi a interior designer e artigiani specializzati del settore. I professionisti realizzeranno banconi e tavoli completamente personalizzati e che rispecchiano i gusti e la storia che la pizzeria vuole raccontare.

PROGETTARE UNA PIZZERIA DA ASPORTO: UN PÒ DI BUROCRAZIA

Per aprire una pizzeria viene richiesta la maggiore età.

Inoltre, dovrai avere quei requisiti morali e legali previsti per svolgere la figura di imprenditore. Quindi non essere stato dichiarato fallito nei 5 anni precedenti o condannato per reati finanziari.

Dovrai essere in possesso di certificato SAB: è un documento che ti autorizza alla somministrazione di alimenti e bevande; certificato HACCP: un attestato attraverso cui vengono acquisite le competenze per garantire la salubrità degli alimenti, basato sul principio di prevenzione.

( Per ottenere questi due certificati potrai frequentare un corso di formazione previsto dai comuni in cui ha sede la tua società e che prevede una durata di 100 ore per la SAB e di minimo 20 ore per l’HACCP. Puoi conseguirlo in prima persona come titolare dell’attività, oppure assumere uno o più dipendenti che ne siano in possesso ).

Bisogna avere l’autorizzazione dell’ASL di competenza; vale a dire che, prima di partire con l’attività, dovrai richiedere la certificazione all’azienda sanitaria della tua città, che attesterà il rispetto delle norme sanitarie ed igieniche del tuo locale.

Dovrai anche definire cosa vendere, eventualmente in aggiunta alla pizza (bevande ad esempio). In questo caso, dovrai anche richiedere l’autorizzazione commerciale a vendere prodotti non creati da te, ma distribuiti per terzi.